Gestione locazioni

Gestione locazioni

Gestione locazioni

Gli immobili di proprietà come fonte di reddito

• Sei un proprietario e vorresti vendere un immobile, ma questo non è il momento giusto.
Possiedi una seconda casa che macina costi crescenti anno dopo anno.
• Hai appena rifiutato un affitto perché il cliente sembrava sospetto.
• Il tuo appartamento resta libero per 6 mesi, e vorresti farlo fruttare maggiormente.
• Possiedi un portafoglio immobiliare che necessita di un progetto di riqualificazione per non gravare sulle prospettive future e rientrare nel mercato.

Lo Studio Bassi, esperto nel campo della gestione e locazione di appartamenti residenziali, propone un incontro per fornire una soluzione adeguata a tutte queste esigenze: la gestione dell’affitto.

L’incontro si rivolge sia ai proprietari desiderosi di gestire il proprio immobile, sia a coloro che non intendono o non hanno tempo di farlo, ma cercano comunque una soluzione che consenta loro di valorizzare la proprietà nel breve termine.
L’incontro fornisce ai partecipanti le risposte e gli strumenti alle seguenti questioni di base, necessarie per gestire con profitto le proprie abitazioni:
• Come è costituito e come si comporta il mercato degli affitti
• Come si ‘abilita’ un appartamento destinato all’affitto
• Come si può accedere alla clientela
• Quali costi e quale redditività è possibile ottenere
• Cosa bisogna fare
• Quali contratti e quali implicazioni legali e fiscali derivano

Durante l’incontro, il partecipante riceverà:
• il modello di contratto utile per la gestione della locazione
• l’elenco dei principali canali per la distribuzione degli appartamenti (ivi inclusa la modalità per accedervi)
• la lista delle misure necessarie per rendere l’immobile appetibile e soddisfare i clienti
• un sistema di creazione dei prezzi utile per ottimizzare le richieste e le opportunità di affitto.
Per la partecipazione agli incontri vi richiediamo la registrazione preventiva.

I Servizi dello Studio Bassi per la gestione delle locazioni

• Ricerca del conduttore
• Stesura dei contratti di locazione
• Registrazione dei contratti
• Richiesta dei canoni di locazione
• Spese per oneri accessori (calcolo e richiesta al conduttore)
• Aggiornamento ISTAT (calcolo e richiesta al conduttore)
• Elaborazione stampa mod. F23 per rinnovi e proroghe
• Altri adempimenti per rinnovi / proroghe / risoluzioni dei contratti
• Contestazione eventuali inadempienze del conduttore
• Rendiconto contabile al proprietario.

La nostra Visione, con tale espressione identifichiamo tutto quel complesso di sistemi evoluti di organizzazione e controllo che, riservati alla gestione del patrimonio immobiliare, sono riassumibili nello schema che alleghiamo di seguito. Il nostro obiettivo è quello di offrire ai nostri Clienti un servizio a 360°, permettendogli di interloquire con un unico soggetto, al fine di sgravare il Cliente stesso di tutte le problematiche accessorie e burocraticamente complesse.

Festività natalizie

Scritto da il 18 Dic 2017 in Gestione Locazioni, Gestioni Condominiali, Gestioni Immobiliari, News Studio | 0 commenti

Festività natalizie

Un augurio Un altro anno è passato! Lo stress condominiale è sicuramente stato uno dei protagonisti di questo 2017, ma in un modo o nell’altro ogni situazione è stata risolta con grande dedizione! È per questo che ci teniamo a ringraziare tutti i nostri clienti per aver trascorso questo anno insieme, confidando che la serenità possa sempre ritrovarsi viva nei nostri condomini, con il nostro aiuto, quanto più possibile. Il nostro buon proposito per il 2018? Darci sempre più da fare per innovare e poter fornire un servizio sempre migliore, sempre più completo e adatto a ogni tipo di necessità di voi tutti, anche a chi vorrà essere nostro futuro cliente. Una presenza costante, una migliore attenzione, cura, e importanza da dare a ogni singola problematica saranno il nostro motto per altri 12 mesi fatti di determinazione eh, sì, anche coraggio! Con la stessa determinazione auguriamo che tutti i vostri buoni propositi e, soprattutto, sogni, possano avverarsi, proprio come i nostri! Serene Feste a tutti! Lo studio rimarrà chiuso per festività natalizie  dal giorno 27/12 al 29/12/17. Dal 01/01/2018 cambiano i nostri indirizzi email che si distinguono in: [email protected] per aspetti amministrativi, contabili, informazioni ecc.  [email protected] per richieste di interventi, segnalazione guasti,...

leggi tutto

Come si dividono le spese condominiali tra proprietario e affittuario?

Scritto da il 13 Ago 2015 in Gestione Locazioni | 0 commenti

Come si dividono le spese condominiali tra proprietario e affittuario?

La divisione delle spese condominiali tra proprietario (o locatore) e affittuario (o conduttore) è un problema che ha radici antiche. Spesso entrambe le parti chiamate in causa non hanno le idee chiare. A chi spetta pagare una serratura nuova? Chi deve comprare il contatore dell’acqua, chi deve pagare le spese di manutenzione per l’ascensore? Ed ecco che scattano liti e contenziosi giudiziari. A farne le spese è l’amministratore di condominio costretto a mediare tra proprietario e affittuario per trovare un punto d’accordo. Cerchiamo di fare chiarezza, non trovi? In questo articolo ti spiegherò come si dividono le spese condominiali tra proprietario e affittuario. Le spese che spettano al proprietario (locatore) La ripartizione delle spese tra proprietario e affittuario viene specificata dal contratto di locazione. Ora andiamo al sodo. Al proprietario dell’appartamento condominiale spettano le spese di installazione. Ovvero le spese per opere e servizi che durano nel tempo anche al di là della presenza dell’inquilino. In altre parole, il locatore si occupa di tutte quelle spese che riguardano la manutenzione straordinaria. Esempio: installazione di una nuova caldaia, la sostituzione di un tubo dell’acqua o di un cancello. Sono a carico del proprietario anche le spese per l’allacciamento alla rete fognaria, l’installazione o sostituzione dell’impianto elettrico e di riscaldamento. So cosa ti stai chiedendo: chi paga per le parti comuni? Anche in questo caso c’è una netta divisione. Il proprietario deve occuparsi dell’installazione di nuove cassette postali, armadietti elettrici, zerbini condominiali, tappeti e cartelli segnalatori. E ancora, le tasse per l’occupazione del suolo pubblico spettano al locatore e anche quelle relative ai lavori condominiali. Le spese che spettano all’affittuario detto anche conduttore Le spese che interessano l’affittuario sono disciplinate dalla legge 392/78. Gli oneri riguardano la manutenzione ordinaria, i consumi e vari controlli. Qualche esempio? Detto, fatto. Se sei un inquilino devi pagare le spese per cambiare le lampadine, per la riverniciatura del cancello o per la pulizia della caldaia. Lo stesso discorso vale anche se devi installare un citofono o videocitofono, o ancora, se vuoi procurarti un sistema di video sorveglianza per evitare furti. Anche piccoli interventi a termosifoni, condizionatori e impianti idrici e elettrici sono a carico del conduttore. In altre parole, l’affittuario paga per legge ciò che usa concretamente: oggetti fisici o servizi e quindi anche per il servizio pulizia e revisione dell’ascensore. Ancora una cosa, fai attenzione a non dimenticare le tasse per il passo carrabile. In casa l’affittuario deve provvedere di tasca propria al doppione delle chiavi, alla tinteggiatura delle pareti o di oggetti in legno e metallo. E sì, anche la sostituzione dei vetri è un costo che devi mettere in preventivo. Spese condivise tra proprietario e affittuario Questo tipo di spese riguardano entrambe le parti: conduttore e locatore. In generale sono costi legati all’amministrazione condominiale, un sevizio di cui usufruiscono entrambi. Ad esempio il portierato spetta al proprietario solo il 10% delle spese per lo stipendio, indennità sostitutiva dell’alloggio e manutenzione ordinaria della portineria. E l’affittuario? Beh, puoi immaginarlo, l’affittuario si prende in carico tutte le spese restanti. La Tabella di Confedilizia 2014 mette d’accordo tutti La tabella degli oneri concordata da Confedilizia e Sunia-Sicet-Uniat mostra le regole di ripartizione spese tra locatore e conduttore. In altre parole, cerca di mettere ordine insieme al regolamento di condominio. Lo schema è diviso in dodici...

leggi tutto