Ferie e reperibilità dell’amministratore

Il periodo estivo sta volgendo al termine, ma ancora gli ultimi sprazzi di belle giornate potrebbero essere un buon pretesto per prolungare di qualche altro giorno il periodo vacanziero.

E questo può riguardare sia i dipendenti e sia i professionisti.

A quest’ultima categoria appartengono poi gli amministratori di condominio, i quali dovendo fare da gestori di uno o più stabili di fatto dovrebbero essere sempre pronti ad intervenire nel caso sovvengano problematiche condominiali di ogni sorta.

Ma allora come conciliare i propri doveri professionali, con il diritto a prendersi qualche giorno di vacanza per ricaricare le batterie?

Ovviamente questo problema, potrebbe non riguardare solo il periodo estivo, ma è chiaro che durante la bella stagione, i giorni di ferie consecutivi sono solitamente più ampi.

Vediamo allora come gestire tale problematica.

Il riferimento legislativo

L’amministratore in quanto libero professionista, svolge le attività relative alla gestione di un condominio in virtù di un mandato conferitogli dall’assemblea.

Dunque la norma a cui fare riferimento, per capire quali siano i suoi obblighi, è la parte dell’articolo 1710 del codice civile che si sofferma sulla diligenza del mandatario.

In particolare quest’ultimo afferma che “Il mandatario è tenuto a eseguire il mandato con la diligenza del buon padre di famiglia” ossia con una diligenza superiore alla media, che richiede particolare cura e attenzione nella gestione di un immobile e nella gestione dei vari condòmini.

E’ bene puntualizzare che il contratto in questione non prevede interruzioni durante l’anno (al contrario del rapporto tra azienda e lavoratore dipendente).

ferie dell'amministratore

La reperibilità dell’amministratore di condominio

In contesti lavorativi di questo tipo, dunque è importante andare ad approfondire il concetto di obbligo di reperibilità.

Se infatti un libero professionista, non ha l’obbligo di essere presente in ufficio, per periodi di tempo più o meno lunghi. Va comunque detto che nel caso dell’amministratore, questi deve garantire, il normale svolgimento della vita condominiale, pur stando lontano.

Con il termine reperibilità in ogni caso non si prevede una disponibilità data 24 ore su 24, ma la possibilità di essere rintracciabile in maniera agevole dai condòmini che ne hanno necessità.

Obblighi di un amministratore in ferie

Per poter andare in ferie nel rispetto dei doveri previsti, un amministratore deve innanzitutto comunicare ai propri condòmini i periodi di assenza o ferie, e in secondo luogo dovrà lasciare i propri recapiti all’interno della bacheca condominiale o riassumerli all’interno di una mail da inviare a tutti i condomini.

Dopodiché dovrà fornire, tramite email o bacheca condominiale, un recapito telefonico al quale ci si potrà rivolgere in caso di emergenza.

Accanto a tali recapiti è poi opportuno, fornire i contatti di professionisti (quali ditta delle pulizie, manutentori di impianti) a cui rivolgersi nei casi di necessità.

Ed ancora sarebbe opportuno rilasciare anche recapiti di eventuali collaboratori o sostituti, nel caso in cui lo studio di amministrazione fosse composto da altro personale qualificato.

Inoltre è bona prassi prima del periodo di ferie effettuare una verifica dei pagamenti delle bollette in scadenza e del funzionamento dei vari impianti, al fine di evitare il verificarsi di situazioni poco gradevoli o rischiose.

amministratore di condominio in estate

I doveri dei condomini in ferie

Se da un lato l’amministratore deve risultare reperibile per poter intervenire in caso di urgenza, dall’altro, è buona norma prevedere delle best practice che i condomini stessi dovrebbero seguire, prima di partire per le ferie per agevolare il lavoro di gestione condominiale.

Anche in questo caso sarebbe opportuno lasciare i propri recapiti telefonici per poter essere reperibili,

Altro comportamento virtuoso è quello di staccare elettrodomestici e corrente elettrica e chiudere gli interruttori sia dell’acqua che del gas.

Infine per quanto riguarda gli impianti antifurto, questi non possono certamente essere disattivati durante il periodo di assenza. Ma sarebbe buona norma fornire istruzioni allo stesso amministratore, su come poterlo disattivare oltre che i dati per la reperibilità della ditta installatrice.

Qual è la tua opinione in merito ai doveri dell’amministratore riguardo il condominio, nei periodi di ferie? Raccontacelo nei commenti.

Per maggiori informazioni sui nostri servizi puoi contattarci al numero 0229405486 oppure visitando il sito www.bassi-gestioni-immobiliari.it